INNOVATION MANAGER: FINALMENTE I DETTAGLI DELL’AGEVOLAZIONE
Home > News > INNOVATION MANAGER: FINALMENTE I DETTAGLI DELL’AGEVOLAZIONE
INNOVATION MANAGER: FINALMENTE I DETTAGLI DELL’AGEVOLAZIONE
30 Maggio 2019
La Legge 145/2018, c.d. Legge di Bilancio 2019, ha istituito un voucher per consulenze specialistiche legate alla trasformazione tecnologica e digitale rimandando ad un decreto attuativo i dettagli dello strumento.
Tale Decreto è stato approvato dal Mise il 7 maggio 2019 e, ad oggi, è alla firma della Corte dei Conti.
In attesa della sua pubblicazione, di seguito le caratteristiche dell’agevolazione.
OGGETTO DELL’AGEVOLAZIONE (ART. 1)
Il voucher è relativo all’acquisto di consulenze specialistiche in materia di processi di trasformazione tecnologica e digitale, attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0, e di processi di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa, compreso l’acceso ai mercati finanziari e dei capitali.
SOGGETTI BENEFICIARI (ART. 2)
Sono ammesse alle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese che, alla data di presentazione della domanda e alla data di comunicazione dell’ammissione al contributo, siano in possesso dei seguenti requisiti:
  • PMI di qualsiasi forma giuridica, regime contabile adottato;
    Settori/attività diversi da
    1. settore della pesca e dell’acquacoltura di cui al regolamento (CE) n. 104/2000 del Consiglio (1);
      settore della produzione primaria dei prodotti agricoli;
      settore della trasforma­zione e commercializzazione di prodotti agricoli;
      attività di esportazione verso paesi terzi o Stati membri, ossia aiuti direttamente collegati ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribu­zione o ad altre spese correnti connesse con l’attività d’esportazione;
      attività relative all’impiego di prodotti nazionali rispetto a quelli d’importazione.

    Sede legale e/o unità locale attiva su territorio nazionale
    Non essere destinatarie di sanzioni interdittive disciplinate dal D.L. 231/2001 sulla responsabilità delle imprese e in regola con il versamento dei contributi previdenziali
    Non essere sottoposte a procedura concorsuale o altra procedura (fallimento, liquidazione, ecc.)
Possono beneficiare anche le imprese aderenti a contratti di rete.
SPESE AMMISSIBILI (ART. 3)
Sono ammissibili le spese sostenute a titolo di compenso per le prestazioni di consulenza specialistica rese da un manager dell’innovazione successivamente alla data di presentazione della domanda di ammissione al contributo e formalizzate in apposito contratto.
Il manager deve essere:
  • qualificato,
    indipendente
    inserito temporaneamente con un contratto di consulenza di durata non inferiore a nove mesi, nella struttura organizzativa dell’impresa o della rete.
La finalità della consulenza si distingue in tre macro categorie:
1. indirizzare e supportare i processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale attraverso l’applicazione di una o più delle seguenti tecnologie abilitanti:
  • Big data e analytic
    Cloud, fog e quantum computing
    Cyberg security
    Next Production Revolution
    Applicazioni Cyber-fisico
    Prototipazione rapida
    AR/VR
    Robotica
    Interfaccia uomo macchina UI/UX
    3-D printing e additive manufacturing
    IOT e IOE
    programmi di digital marketing quali processi trasformativi e abilitanti per l’innovazione di tutti i processi di valorizzazione di marchi e segni distintivi (cd. Branding) e sviluppo commerciale verso mercati
    programmi di open innovation
2. indirizzare e supportare i processi di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi attraverso l’applicazione di nuovi metodi organizzativi:
nelle pratiche commerciali,

  • nelle strategie di gestione aziendale,
    nell’organizzazione del luogo di lavoro
a condizione che comportino un significativo processo di innovazione organizzativa dell’impresa.
3. indirizzare e supportare i processi di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali, attraverso l’avvio di percorsi finalizzati:
alla quotazione su mercati regolamentati o non regolamentati,

  • alla partecipazione al Programma Elite,
    all’apertura del capitale di rischio a investitori indipendenti specializzati nel private equity o nel venture capital,
    all’utilizzo dei nuovi strumenti di finanza alternativa e digitale quali, a titolo esemplificativo, l’equity crowdfunding, l’invoice financing, l’emissione di minibond.
MISURA DEL CONTRIBUTO (ART. 4)
Il contributo si distingue per dimensione aziendale:
  1. Micro e piccole imprese: 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di 40.000 € di contributo (80.000 € per le reti di impresa);
    Media imprese: 30% delle spese sostenute fino ad un massimo di 25.000 € di contributo.
Ogni impresa/rete può effettuare una sola richiesta per il periodo di validità dell’agevolazione (o 2019 o 2020).
ELENCO DEI MANAGER QUALIFICATI (ART. 5)
I manager qualificati oggetti della presente agevolazione dovranno essere iscritti in un apposito albo. Un decreto del Direttore generale per gli incentivi alle imprese dettaglierà modalità e termini di presentazione delle domande di iscrizioni. Tale decreto sarà emesso entro 30 gg dalla pubblicazione del Decreto attuativo del Mise.
Possono presentare domanda di iscrizione:
1. le persone fisiche che risultano già accreditate negli albi o elenchi di manager dell’innovazione istituiti presso altri enti;
2. le persone fisiche che siano in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:
  1. dottorato di ricerca in settori particolari (es. Scienze matematiche e informatiche);
    master universitario di secondo livello in settori particolari, nonché lo svolgimento documentabile di incarichi per almeno 1 anno, presso imprese negli ambiti relativi alle spese ammissibili;
    laurea magistrale in settori particolari, nonché lo svolgimento documentabile di incarichi per almeno 3 anni, presso imprese negli ambiti relativi alle spese ammissibili;
    svolgimento documentabile di incarichi per almeno 7 anni, presso imprese negli ambiti relativi alle spese ammissibili.
3.  le società di consulenza che abbiano i seguenti requisiti:
  1. Sede legale e/o unità locale attiva su territorio nazionale
    Essere Società di capitali
    Non essere sottoposte a procedura concorsuale o altra procedura (fallimento, liquidazione, ecc.)
    Non aver subito condanne per reati ex. Art. 80 D.L. 50/2016
    Aver eseguito progetti di consulenza o formazione in una o più delle aree indicate dall’art. 3 e costituite da 24 mesi, oppure essere già accreditate negli albi o elenchi di manager dell’innovazione istituiti presso altri enti
4. Centri di trasferimento tecnologico in ambito Industria 4.0
5.  Incubatori certificati di start-up innovative
Le persone giuridiche, in sede di presentazione della domanda, dovranno indicare un numero massimo di 10 nominativi destinati allo svolgimento degli incarichi.
PROCEDURA (ART. 6)
Con un decreto del Direttore generale per gli incentivi alle imprese si approverà il modello di domanda di ammissione al contributo e i relativi termini.
Tale decreto sarà emesso entro 30 gg dalla pubblicazione del Decreto attuativo del Mise.
La procedura sarà gestita tramite apposito sistema informatico ad opera di Invitalia.
CUMULO (ART. 7)
Il contributo rientra nel regime De Minimis e non è cumulabile con altre misure di aiuto.
ALTRI ADEMPIMENTI (ART. 8)
I beneficiari del contributo sono tenuti a:
  • Consentire e favorire tutti i controlli, i monitoraggi e sopralluoghi da parte delle Autorità competenti
    Corrispondere tutte le informazioni dati e rapporti richiesti dalle Autorità competenti
    Mantenere un sistema di contabilità separata
    Conservare per almeno 5 anni la documentazione contabile relativa al voucher in originale o in copie autenticate o in formato elettronico
 
Per un’analisi di fattibilità o informazioni su come usufruire di tale agevolazione, sugli obblighi documentali previsti, le tempistiche necessarie e altri approfondimenti, contattare galasso@gandc-consulting.com

 
 
 
 

Richiedi Informazioni

* Campi Obbligatori
Sede Legale Via Luigi Lucatello, 6
35131 Padova (PD)
Sede di Milano Corso Magenta 43
20123 Milano
Sede di Padova Piazzetta San Michele 5/1
35122 Padova
Telefono +39.392.3597317